Campionato Serie B Regionale

Adriatica Basket Pescara promossa in S E R I E B D'E C C E L L E N Z A!

SPAREGGIO PER LA PROMOZIONE IN SERIE B D'ECCELLENZA

NEW BASKET 99 LECCE

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

57

54

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

NEW BASKET 99 LECCE

76

44

Di punti di vantaggio ne servivano 4, ma in Gara 2, Le Tigri di Adriatica dilaniano le pur brave ragazze del Lecce, vincono di 32 e riconquistano la B. d'Ecc., dopo un solo anno.
Gara 2 a Pescara, Palazzetto di Via Elettra, Domenica 23 maggio, ore 19:30. Vale la differenza canestri. Per essere promossa, Adriatica deve vincere di 4.
La vincente viene promossa in serie B d'Eccellenza Nazionale. Lo spareggio è su due partite ed è valida la differenza canestri.
La perdente ha un'ulteriore chance per la promozione, quella di battere la perdente di un altro spareggio tra le squadre vincitrici dell'Emilia Romagna (Basket Club Cavezzo) e dell'Umbria (Basket Perugia).

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Le Tigri di Adriatica riconquistano di prepotenza la serie B d'Eccellenza dopo un solo anno di purgatorio.
HIGHLIGHTS
Pescara, 23 maggio 2010 - Spareggio Promozione in B d'Ecc., gara 2
Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara-New Basket 99 Lecce 76-44

"Siamo alla fine del primo quarto. 26 a 8 ... va tutto bene, per ora.". E' Beppe Marini a dare la notizia a chi vi scrive, in viaggio di ritorno dal 3vs3 nazionale Under13-14 di Iesolo.
Appena il tempo di scaricare le valige dal pulman e mi catapulto dentro il Palaelettra. Siamo all'inizio del terzo quarto. Inevitabilmente dopo il primo passo dentro il palazzetto, alzo gli occhi verso il tabellone. Un rotondo 36-17 mi rassicura. Le Tigri tengono saldamente tra le fauci le avversarie, ormai prede irretite e private di ogni possibilità di reagire. La partita fila via liscia, con il Lecce che non si riprende e cede di schianto incapace di reagire alle veloci e ficcanti folate Verdazzurre. Anche sottoo le plance Adriatica domina, sicché il vantaggio si fa largo e si stabilizza tra i 25 e i 30 punti per tutto l'ultimo quarto.
Alla fine sarà un +32 con pubblico numeroso e festante ed avversarie che, con fair play, rinunciano a giocare gli ultimi secondi per fare in modo che alle ragazze pescaresi venga attribuito un lungo e bellissimo applauso finale per una serie B d'Eccellenza conquistata con pieno merito e solo dopo un anno di purgatorio.
Un anno in cui, oltre al ritorno nella serie B Nazionale d'Eccellenza, cui aggiungiamo il secondo posto regionale delle Under 17, spiccano gli altri 4 titoli regionali: Under 19 (con concentramento nazionale), Under 15 (con prossimo concentramento nazionale), Under 13 e 3vs3 Under13 con Finali Nazionali in quest'ultima specialità, disputate quasi in contemporanea.
Non sarà male sottolineare, infatti, che nel mentre le Tigri Verdazzurre conquistavano la promozione al Palaelettra, poco prima era accaduto a Jesolo, nelle Finali 3vs3 Unser13, che le Tigrottine più piccole, dopo aver lottato con lo stesso piglio delle sorelle più grandi, venivano eliminate per una differenza canestri di 1 punto, un solo antipaticissimo mezzo canestro, ma con la soddisfazione di aver battuto la squadra che, alla fine, passata per quel mezzo canestro per le regole della classifica avulsa, si sarebbe laureata Vicecampionessa d'Italia, il Quartu S.Elena.
Adriatica Basket Pescara, dunque, vincente a 360 gradi. Una realtà cestistica tutta femminile che da almeno 4 anni domina in Abruzzo e che, nel rispetto delle altre realtà sportive, cercherà di fare dal suo meglio per portare avanti un progetto vincente per Pescara e per l'Abruzzo intero.

Vedi le testate online:

 

CLICCA QUI per ingrandire!

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 76:
D'Angelo G. 26 (2 triple), Francioni I. 3 (1 tr.), Sciaretta S., Lepore M., Cordisco S. 8, Lelli F., Di Quinzio D. 4 (1 tr.), Varnai K. 10, Marini F., Pizzirani P. 25 (1 tr.); coach S. Pizzirani, ass. coach M. Franceschini.

NEW BASKET 99 LECCE 44:
Ricercato S. 1, Vergallo M., Dell'Anno S. 8, Calò V. 2, Previderi D. 1, Melissano A. 5, Martina L. 7, Quarta M. 4, Russo E. 14 (2 triple), Carlone G. 2.


Parziali: 26-8, 10-9 (36-17), 14-12 (50-29), 26-15 (76-44).

Tiri liberi: Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 9/20, New Basket 99 Lecce 8/11.

Arbitri: Caruso D. e Raimondo W. di Roma.


Le foto della Promozione ... clicca qui!

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Nonostante la giornata decisamente storta ed il non gioco, le Tigri di Adriatica sfiorano il colpo a Lecce e perdono solo di 3 punti, 57-54.

HIGHLIGHTS
Lecce, 15 maggio 2010 - Spareggio Promozione in B d'Ecc., gara 1
New Basket 99 Lecce-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 57-54

"Squadra irriconoscibile ... siamo partiti malissimo, poi le ragazze si sono riprese e siamo stati pure davanti ...". "'Mbé, allora, se si gioca male e si perde solo di 3, si può dire che è un buon segno!". Sono le prime battute telefoniche tra il Presidente Marco Lepore, omnipresente, oggi anche in qualità di autista di uno dei due pulmini al seguito ed il sottoscritto D.R., rimasto a casa, anche per motivi logistici. Anche gli altri due dirigenti al seguito, Beppe Marini (nelle non comode vesti di autista anche lui) e Domenico Cordisco confermano le prime impressioni.
Le Tigri verdazzurre di Adriatica lasciano Lecce, dove si sono presentate prive di una paio di effettive, dopo una prestazione incolore e dopo aver rischiato, nonostante tutto, persino di vincere. E' sensazione diffusa che il -3 possa esere sovvertito in gara 2 (sabato o domenica prossimi, da decidere ancora), a patto di ritrovare la squadra che ha saputo piegare la New Aurora, squadra di ben altra consistenza rispetto al pur forte e rispettabile Lecce.


Veniamo alla partita.
La partenza è tutta delle Salentine che si portano subito in vantaggio addirittura di 15 lunghezze che si riducono a 8 alla prima sirena (23-15). I ritmi sono alti. Il coach del Lecce ruota il suo quintetto a ripetizione, coach Pizzirani, invece, ha delle difficoltà con una panchina che, contrariamente alle ultime tre partite di finale regionale, non risponde a dovere. Inoltre, tranne Cordisco, nessun'altra delle pur brave realizzatrici della Cor. Pro. Adriatica riesce a fare la sua parte. Nonostante ciò, le pescaresi continuano nella rimonta e al riposo impattano 32-32. Nella seconda parte di gara le squadre si danno battaglia, ma con attacchi meno efficaci rispetto alla prima parte di gara. Addirittura, tra la fine della terza frazione e l'inizio della quarta le Adriatiche, grazie ad una monumentale Pizzirani, riescono ad andare davanti, dapprima sul 43-47 e, poi, sul 50-53. Tuttavia la capitana non viene assecondata dalle compagne, quasi tutte in pessima vena, così il finale è tutto delle pugliesi che ribaltano definitivamente a loro favore il punteggio e vincono meritatamente ma, buon per le abruzzesi, solo con 3 lunghezze di scarto.
Vedi le testate online:

 

CLICCA QUI per ingrandire!

NEW BASKET 99 LECCE PESCARA 57:
Ricercato S. 15, Presicce M. 2, Vergallo M. 5, Dell'Anno S. 4, Calò V. 7, Previderi D. 2, Melissano A. 3, Martina L. 7, Russo E. 12, Carlone G.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 54:
D'Angelo G. 9 (1 tripla), Francioni I., Sciaretta S., Lepore M., Cordisco S. 9 (1 tr.), Lelli F. 3, Di Quinzio D. 4 (1 tr.), Varnai K. 6, Pizzirani P. 23 (2 tr.), Iezzi R.; coach S. Pizzirani, ass. coach M. Franceschini.

Parziali: 23-15, 9-17 (32-32), 11-15 (43-47), 14-7 (57-54).

Tiri liberi: New Basket 99 Lecce 9/17, Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 13/27.

Arbitri: Malerba C. e Malerba F. di Brindisi.



FINALE CAMPIONATO SERIE B2

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

49

52

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

47

56

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

57-60 d1ts
La COR.PRO. ASD ADRIATICA BASKET PESCARA è Campione Regionale B2. Spareggerà per promozione in B1 contro il NEW BASKET 99 LECCE.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

L'Adriatica Basket Pescara sul tetto d'Abruzzo. Battuta in finale la New Aurora Pescara 57-60 dopo 1 t.s.

HIGHLIGHTS
Pescara, 9 maggio 2010 - Serie B Reg. - Finale gara 3
New Aurora Pescara-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 57-60 dopo 1 t.s.

Una vittoria nel segno di "Issimo" che la desiderava profondamente e che non l'avrebbe potuta immaginare più bella di così. Il nostro sempre amato Dirigente e Amico alla cui memoria tutti noi, come sempre da quando non c'é più, dedichiamo il nostro urlo di inizio partita. Una vittoria in cui anche la ... "corazza" ha la sua importanza; si tratta di ciò che le ragazze indossano idealmente da un po' di tempo a questa parte, aggiungendo un secondo urlo propiziatorio ad inizio partita. Vero è che senza una forte corazza, vista come misto di carattere, determinazione, forza fisica e bravura tecnica, non si vincono finali due volte su tre, soprattutto in questo modo, ma è ancor più vero che senza l'unità, la comprensione, l'incoraggiamento reciproco, gli aiuti in campo palla su palla, qualsiasi corazza diventa solo un pesante fardello che, da solo, non porta alle vittorie decisive. Le Tigri di Adriatica, cresciute fin da quando erano giovani Tigrotte da chi, esattamente come voleva 'Nuccio, le ha educate e spinte a credere in valori precisi, hanno vinto perché hanno saputo, nel momento topico della stagione, fare blocco, remando tutte dalla stessa parte, con dirigenti e tecnici a condurle, al prezzo di tanti sacrifici da parte di tutte e di tutti che nessuno, proprio nessuno, deve dimenticare e che tutti, proprio tutti, devono rispettare.
Per questi motivi, questa è e sarà per sempre la vttoria di "Issimo!"
Tigre
Sandokan, la Tigre della Malesia
P.S.: cronaca e tabellini domani qui o su IL CENTRO ... ... ... mo' mi te sonne ... zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz ...





Dopo gara 1 persa 49-52, gara 2 vinta 56-47, senza poter far contare (così il regolamento) la differenza canestri, arriva gara 3. Chi vince si prende il titolo regionale di serie B2 ed accede allo spareggio con le campionesse di Puglia del New Basket 99 Lecce.
La partenza è della New Aurora. Le Tigri di Adriatica appaiono più lente e contratte del solito. Dopo appena 4 minuti hanno esaurito il bonus di falli di squadra, senza alcun tornaconto, mentre le avversarie sono davanti 6-3 e ci restano fino alla prima sirena 14-11. Nel secondo quarto, le verdazzurre Adriatiche ritrovano il loro gioco e la loro ferrea difesa, raggiungono le avversarie e le sorpassano conservando a fine secondo quarto, un minimo vantaggio 29-30. Nel terzo quarto, coach Pizzirani decide di far tirare il fiato a ben 4/5 dello starting five e, com'è naturale, si apre la possibilità per le forti ed esperte ragazze di coach Schiazza di tentare il break con le migliori effettive. Sono i minuti più delicati della partita. Le Adriatiche, dimostrando che lo spirito di gruppo, o di branco, come si confà a delle Tigri, non è aria fritta, tengono botta. Vero è che realizzano poco, ma in difesa non lasciano una palla pulita alle pur forti avversarie, tra cui è Millanta ad imporsi con azioni e canestri preziosi. Contemporaneamente le migliori di Adriatica, quasi tutte in panchina ad incitare le compagne a squarciagola, recuperano energie preziose, senza rischiare di finire la partita anzitempo, a causa dei carichi di falli personali. Il penultimo quarto si chiude anzi con l'Adriatica Pescara che aggiunge un altro punticino prezioso al suo esiguo vantaggio, 36-38. Nell'ultimo quarto le squadre danno il loro meglio. Sono canestri a ripetizione. La New Aurora nella prima parte di questo ultimo avvincente periodo dapprima recupera e poi sorpassa le Adriatiche, raggiungendo un vantaggio di +5. Sembra il break decisivo, ma le Tigri decidono di gettare il loro cuore oltre ogni ostacolo e con due mini break fulminei quasi consecutivi (2-5 e 1-4), segnati da contropiede micidiali, recuperano e rimettono il muso davanti. Siamo agli ultimi secondi, il punteggio è pari sul 52-52. Resterà tale fino alla quarta sirena, dopo che entrambe le squadre si lasciano sfuggire più di una occasione per realizzare il canestro che avrebbe significato la vittoria, per ultima la New Aurora a fil di sirena. Il tempo supplementare è tutto verdazzurro. Le ragazze di Pizzirani, sebbene stanche, sono più fresche e dopo un paio di minuti punto a punto, riescono a riprendersi quel piccolo vantaggio che serve in partite così e a gestirlo fino al termine, con un Palazzetto che, a larga maggioranza pro Adriatica, accompagna festante le proprie beniamine verso una delle più belle vittorie ed uno dei più bei titoli conquistati dal sodalizio pescarese.

Vedi le testate online:

 



NEW AURORA PESCARA 57:
D'Angelo L. 2, Moré L. 5, Martino V. 16 (1 tripla), amatetti C., D'Andreamatteo S. 8, Trovarelli F., Capodicasa B. 5, Procaccini M. 2, Moscatello S., Annecchini M., Millanta M. 19 (2 tr.); coach M. Schiazza.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 60:
D'Angelo G. 12 (1 tripla), Francioni I., Sciaretta S., Zizzi C., Lepore M., Cordisco S. 12 (2 tr.), Lelli F. 4, Di Quinzio D. 6, Varnai K. 14, Marini F., Pizzirani P. 12, Iezzi R.; coach S. Pizzirani, ass. coach M. Franceschini.




Parziali: 14-11, 15-19 (29-30), 7-8 (36-38), 16-14 (52-52), 5-8 (57-60) d. 1 t.s.

Tiri liberi: New Aurora Pescara 17/29, Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 17/25.

Arbitri: Adducci di Canzano (TE) e Di Luzio di Pescara.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Il ruggito delle Tigri. Batuta la New Aurora 56-47. Il primato a un passo!

HIGHLIGHTS
Pescara, 6 maggio 2010 - Serie B Reg. - Finale gara 2
New Aurora Pescara-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 47-56

Al termine di gara 1, persa quattro giorni prima con tanto rammarico 49-52, tutto l'entourage di Adriatica era convinto di una sola cosa. La New Aurora è squadra forte, ma non imbattibile. Basta aumentare di tre o quattro minuti il periodo di tempo di gara in cui riusciamo ad imporre il nostro gioco e, specularmente lasciar diminuire automaticamente quelli di folla cestistica, alla fine i conti dovrebbero ridare.
Gara 2 con grandi speranze, dunque.
Ed è partenza a razzo, la solita, veemente ed impressionante per qualunque avversaria, da parte delle Adriatiche con grande pressione su ogni palla e attacchi veloci, anzi velocissimi. E' subito minibreak 10-4 con prima sirena che ulula sul 20-14 su un pubblico visibilmente festoso per il bel gioco e gli alti ritmi. Buon segno, mai segnato così tanto in un solo quarto. I ritmi sono quelli giusti, la squadra gira, forte in difesa, anzi fortissima, la solita uomo che non lascia giocare, accompagnata da buon ordine, lucidità e precisione in attacco. La play Cordisco (monumentale in difesa) viene sacrificata sulla pivot Millanta, con il compito di toglierle il respiro. Ci riesce subito e la New Aurora mostra i primi sintomi di difficoltà. Ci pensa tuttavia una splendida D'Andreamatteo ad evitare alle sue compagne il peggio. A meta gara è un 33-25, accompagnato da un gioco che lascia ben sperare per le Adriatiche che sono ben messe in campo, stanno bene e giocano come sanno fare e non come nel recente passato; le avversarie, di contro, come spesso accade quando è una squadra che riesce ad imporsi, non giocano al meglio, molto probabilmente a causa della forte difesa delle Adriatiche e sembrano soffrire più delle altre volte. Si arriva al terzo quarto, il quarto che, nelle sfide precedenti, è sempre stato appannaggio della New Aurora ma, stavolta, sono le Tigri ('mbé sono ragazze che restano minorenni solo per una metà di loro e chiamarle ancora "Tigrotte", come quando erano nelle giovanili, potrebbe apparire offensivo per le "veterane") a rendere alle avversarie altri 3 punti per chiudere sul 46-35. Mai fino ad oggi un bel +11 a tre quarti gara. L'ultimo quarto registra il serrate finale della New Aurora che si fa sotto fino al 48-45, sbaglia un tiro da tre e subisce, di contro, un triplone spezzagambe di Varnai (19 punti alla fine con 2 bombe) con palazzetto, lato Adriatica, tutto in festa. E' il sigillo alla partita che, fino l termine, viene amministrata senza patemi dalle ragazze di coach Pizzirani.



"Se guaglione s' li meritèvne proprie di vince ...".
E' la frase detta con accento tutto suo, tipico di chi non è vissuto fin dalla nascita dalle nostre parti, ma che da anni respira la nostra stessa aria, da diversi lustri, dopo aver calcato da giocatore e da coach tanti parquet abruzzesi. E' coach Pizzirani che, nella bolgia finale, trova il tempo di dirmi quelle parole in un orecchio, a modo suo, misurato, con il suo personaissimo slang chieti-pesca-bolognese.
"Sì, è proprio così, grazie coach, grazie infinite ..." gli rispondo abbracciandolo.
In questa stagione non ho avuto proprio il tempo e la forza di seguire questa squadra, almeno in campo, dovendo suddividere il mio tempo tra scuola, studio, famiglia, Under 15, Under 13 ed altro. Questa pagine, così vuote di articoli su di loro ne è oggettivo testimone. Indice tutto questo di una organizzazione delle cose che va rivista.
Qualcuna di loro mi ha rimproverato, nemmeno troppo bonariamente e, dal suo punto di vista, giustamente, per essere stato poco vicino a loro. Ho sempre spiegato che le "piccole" non avevano altri dirigenti a disposizione, a parte il Presidente, uomo ovunque di Adriatica, e che non c'era più "Issimo" che aveva deciso negli ultimi tempi di dedicarsi di più al vivaio. Loro erano ormai abbastanza esperte e "vaccinate" e, per giunta, ben seguite da Peppe e Domenico, i loro dirigenti preferiti e che, a parte un pizzico di serenità in più, non mancava nulla. Tuttavia, se è vero, ed è vero, che nei momenti topici nessuno può mancare all'appello, avevo promesso che sarei stato al mio posto nelle partite decisive, in Finale, ad urlare al cielo, nei limiti del consentito s'intende, i miei incitamenti e le mie personalissime grida di battaglia.
Sia chiaro, della vittoria di oggi io non ho alcun merito, come singolo, ma come parte del gruppo, unitamente ai meriti di tutti, sì, consentitemi di dire che abbiamo tutti merito in questa vittoria.
Vorrei infine mettere in evidenza una cosa: per vincere partite come queste, contro squadre che non sono meno valide della tua e, soprattutto, per arrivare ad un primato prestigioso, non basta dare il massimo, ma bisogna essere un "TUTTUNO", sì, senza nemmeno l'apostrofo e con le lettere tutte maiuscole, dal primo dirigente ed uomo dello staff all'ultima delle giocatrici, in rigoroso ordine alfabetico, così nessuno se la prende . Ognuno al suo posto, senza debordare, ciascuno dedito a fare la sua parte e, se richiesto in aiuto, quella di un altro. Ci vuole non una squadra ma "La Squadra" con l'articolo determinativo singolare femminile e con la L e la S maiuscole, dove tutto lo Staff è disposto ad un incitamento in più e a una critica in meno e, dal canto loro, le atlete fanno quanto loro assegnato, pronte ognuna ad agire per la compagna in difficoltà, incitandosi a vicenda senza mai sfociare nel rimprovero, se è possibile e a ben vedere ... è sempre possibile.
Ebbene, se queste ragazze, ed il loro Staff, nessuno escluso, saranno capaci di far rivedere anche in gara 3 questo spirito finalmente recuperato e rivisto oggi, potranno solo fare meglio ed aumentare a dismisura le loro possibilità di vincere. Non sarebbe una sorpresa, ma sarebbe solo il frutto di tanto lavoro, nè più, nè meno di quanto accaduto in passato e di come sono stati conseguiti tutti i successi in tutti questi anni.
Tigre
Sandokan, la Tigre della Malesia
Vedi le testate online:

CLICCA per ingrandire!

NEW AURORA PESCARA 47:
D'Angelo L. 12 (1 tr.), Moré L., Martino V. 3, D'Andreamatteo S. 20 (1 tr.), Trovarelli F. 4, Capodicasa B. 4, Procaccini M. 5, Annecchini M., Millanta M. 8 (3 tr.); coach M. Schiazza.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 56:
D'Angelo G. 12 (1 tripla), Francioni I., Sciaretta S., Zizzi C., Lepore M., Cordisco S. 4, Lelli F., Di Quinzio D. 4 (1 tr), Varnai K. 19 (2 tr.), Marini F. 2, Pizzirani P. 15, Iezzi R.; coach S. Pizzirani, ass. coach M. Franceschini.




Parziali: 14-20, 11-13 (25-32), 10-13 (35-46), 12-10 (47-56).

Tiri liberi: New Aurora Pescara 8/20, Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 11/21.

Arbitri: Cascioli e Catani di Pescara.




CLASSIFICA
SQUADRE

Totale

 In Casa

  Fuori Casa
P.ti G V P F S Diff. P.ti G V P F S Diff. P.ti G V P F S Diff.
A.S.D. NEW AURORA PESCARA 42 21 21 0 1837 741 1196 22 11 11 0 959 409 656 20 10 10 0 882 342 540
COR.PRO. ADRIATICA BK PESCARA 36 21 18 3 1495 771 824 20 11 10 1 735 402 333 16 10 8 2 760 369 391
A.S.D. BASKET C.A. SULMONA 28 21 14 7 1393 1056 337 16 11 8 3 690 526 164 12 10 6 4 703 530 173
BASKET PENNE 24 21 12 9 1186 1070 116 16 11 8 3 653 510 143 8 10 4 6 533 560 -27
A.S.D. PANTHERS ROSETO 16 21 8 13 1160 1945 115 10 10 5 5 608 495 113 6 11 3 7 552 550 2
CUS CHIETI A.S.D. 12 21 6 15 1075 1503 -528 8 10 4 6 514 861 -347 4 11 2 7 410 582 -172
A. DIL. CEPAGATTI BASKET 8 21 4 17 734 1569 -835 4 10 2 8 384 848 -464 4 11 2 9 401 781 -380
G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI 0 21 0 21 617 1792 -1175 0 10 0 10 283 894 -611 0 11 0 11 334 898 -554
In finale New Aurora Pescara e COR. PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA


SECONDA FASE - SETTIMA GIORNATA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

CUS CHIETI A.S.D.

60

51

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

BASKET PENNE

84

36

A.S.D. PANTHERS ROSETO

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

83

20

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

29

93

SECONDA FASE - SESTA GIORNATA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

34

113

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

68

53

BASKET PENNE

A.S.D. PANTHERS ROSETO

52

45

CUS CHIETI A.S.D.

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

83

22

SECONDA FASE - QUINTA GIORNATA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

58

36

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

105

49

BASKET PENNE

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

66

20

CUS CHIETI A.S.D.

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

37

88

SECONDA FASE - QUARTA GIORNATA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

77

55

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

BASKET PENNE

71

58

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

45

39

A.S.D. PANTHERS ROSETO

CUS CHIETI A.S.D.

75

24

SECONDA FASE - TERZA GIORNATA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

CUS CHIETI A.S.D.

67

16

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

100

42

BASKET PENNE

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

86

40

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

28

84

SECONDA FASE - SECONDA GIORNATA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

BASKET PENNE

78

40

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

83

68

CUS CHIETI A.S.D.

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

60

43

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

18

101

SECONDA FASE - PRIMA GIORNATA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

18

116

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

64

53

A.S.D. PANTHERS ROSETO

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

105

27

BASKET PENNE

CUS CHIETI A.S.D.

61

49



CLASSIFICA QUALIFICAZIONI
SQUADRE

Totale

 In Casa

  Fuori Casa
P.ti G V P F S Diff. P.ti G V P F S Diff. P.ti G V P F S Diff.
A.S.D. NEW AURORA PESCARA 28 14 14 0 1242 482 760 14 7 7 0 662 229 433 14 7 7 0 580 253 327
COR.PRO. ADRIATICA BK PESCARA 24 14 12 2 976 534 442 12 7 6 1 464 257 207 12 7 6 1 512 277 235
A.S.D. BASKET C.A. SULMONA 20 14 10 4 989 719 270 10 7 5 2 476 349 127 10 7 5 2 513 370 143
BASKET PENNE 10 14 5 9 706 681 25 8 7 4 3 315 310 5 2 7 1 6 391 371 20
A.S.D. PANTHERS ROSETO 10 14 5 9 706 681 25 4 7 2 5 368 408 -40 6 7 3 4 338 273 65
CUS CHIETI A.S.D. 8 14 4 10 717 999 -282 4 7 2 5 357 478 -121 4 7 2 5 360 521 -161
A. DIL. CEPAGATTI BASKET 6 14 3 11 502 1056 -554 2 7 1 6 255 564 -309 4 7 2 5 247 492 -245
G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI 0 14 0 14 418 1183 -765 0 7 0 7 208 616 -408 0 7 0 7 210 567 -357




QUALIFICAZIONI RITORNO - QUATTORDICESIMA GIORNATA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

39

52

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

113

47

A.S.D. PANTHERS ROSETO

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

101

29

BASKET PENNE

CUS CHIETI A.S.D.

66

47


QUALIFICAZIONI RITORNO - TREDICESIMA GIORNATA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

31

100

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

BASKET PENNE

66

42

CUS CHIETI A.S.D.

A.S.D. PANTHERS ROSETO

48

73

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

37

87


QUALIFICAZIONI RITORNO - DODICESIMA GIORNATA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

36

34

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

63

59

A.S.D. PANTHERS ROSETO

BASKET PENNE

36

46

CUS CHIETI A.S.D.

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

20

82

QUALIFICAZIONI RITORNO - UNDICESIMA GIORNATA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

CUS CHIETI A.S.D.

67

56

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

74

34

BASKET PENNE

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

66

32

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

24

80

QUALIFICAZIONI RITORNO - DECIMA GIORNATA (30-31/01/2010)

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

A.S.D. PANTHERS ROSETO

28

82

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

CUS CHIETI A.S.D.

75

25

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

BASKET PENNE

64

45

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

13

133

QUALIFICAZIONI RITORNO - NONA GIORNATA (23-24/01/2010)

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

108

20

A.S.D. PANTHERS ROSETO

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

46

80

BASKET PENNE

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

49

57

CUS CHIETI A.S.D.

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

62

42

QUALIFICAZIONI RITORNO - OTTAVA GIORNATA (16-17/01/2010)

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

CUS CHIETI A.S.D.

44

53

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

38

23

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

46

52

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

BASKET PENNE

20

81

QUALIFICAZIONI ANDATA - SETTIMA GIORNATA (9-10/01/2010)

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

42

111

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

49

48

CUS CHIETI A.S.D.

BASKET PENNE

44

70

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A.S.D. PANTHERS ROSETO

17

75


QUALIFICAZIONI ANDATA - SESTA GIORNATA (19-20/12/2009)

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

87

23

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

83

44

A.S.D. PANTHERS ROSETO

CUS CHIETI A.S.D.

84

55

BASKET PENNE

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

43

75


QUALIFICAZIONI ANDATA - QUINTA GIORNATA (12-13/12/2009)

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

42

61

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

CUS CHIETI A.S.D.

137

51

BASKET PENNE

A.S.D. PANTHERS ROSETO

51

43

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

39

60

QUALIFICAZIONI ANDATA - QUARTA GIORNATA (5-6/12/2009)

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

BASKET PENNE

39

62

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

90

28

A.S.D. PANTHERS ROSETO

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

31

62

CUS CHIETI A.S.D.

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

57

70

QUALIFICAZIONI ANDATA - TERZA GIORNATA (28-29/11/2009)

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

143

12

A.S.D. PANTHERS ROSETO

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

0

20

BASKET PENNE

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

40

56

CUS CHIETI A.S.D.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

48

94
A.S.D. Panrhers Roseto sconfitta a tavolino per posizione irregolare di una tesserata.

QUALIFICAZIONI ANDATA - SECONDA GIORNATA (21-22/11/2009)

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

33

124

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

BASKET PENNE

72

47

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

A.S.D. PANTHERS ROSETO

61

44

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

CUS CHIETI A.S.D.

48

73

QUALIFICAZIONI ANDATA - PRIMA GIORNATA (14-15/11/2009)

A.S.D. NEW AURORA PESCARA

A.S.D. BASKET CENTRO ABRUZZO SULMONA

85

50

A.S.D. PANTHERS ROSETO

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA Clicca qui per la Cronaca!

34

72

BASKET PENNE

G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI

79

32

CUS CHIETI A.S.D.

A. DIL. CEPAGATTI BASKET

78

47

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Tigrotte-Super contro la New Aurora, fanno tremare le avversarie, gettando al vento negli ultimi secondi una vittoria che non sarebbe stata immeritata. Finale 49-48 per la New Aurora.

HIGHLIGHTS
Pescara, 9 gennaio 2010 - Serie B Reg. - qualificazioni andata
New Aurora Pescara-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 49-48

34 a 22!
Di che cosa si tratta? Semplice. E' l'età media dei due Starting-Five che si sono fronteggiati nel primo derby seniores, dopo diversi anni, tra la New Aurora e la Cor.Pro. Adriatica. Da un lato una squadra di alta caratura tecnica e di grande esperienza, adirittura enorme, rispetto alle Adriatiche. I 4/5 del quintetto della N.A. è composto da giocatrici nate neilla prima parte degli anni '70, con almeno una ventina di anni di esperienza in campionati seniores, ad altissimo livello, dalla B alla A1.
22, invece, è l'età media delle Tigrotte, di cui ben 3 con diciotto anni non ancora compiuti nello starting-five e due seniores, delle quali una sola con un curriculum cestistico al livello delle avversarie, la capitana Paola Pizzirani. L'età media di tutto il team è di appena 19 anni!
Era necessaria questa precisazione. Non per accampare scuse. Necessaria bensì per comprendere meglio la prodezza odierna delle ragazze del presidente Lepore, visibilmente soddisfatto per questo a fine gara. Va aggiunto che le Adriatiche si presentano a questa sfida prive della giovane ma forte ungherese Varnai (infortunata ma in via di guarigione), giocatrice "ovunque", e della giovanissima ed altrettanto forte pivot Ansaloni (idem), inoltre Pizzirani e Lelli non sono ancora al top, con la capitana che lamenta dolori alle gambe, mentre l'altra pivot Pignoli reduce da un lungo stop è in condizione fisica non buona e, come se non bastasse, la play Bartolone, motorino inesauribile, è visibilmente pallida e con le batterie scariche, reduce da un fastidioso malanno. E' un elenco impressionante ed è oggettivamente evidente come questo derby si presenti in un momento non ideale per le Tigrotte. Di fronte c'é una squadra altrettanto oggettivamente forte che, sulla carta, ad avviso non solo di chi scrive, è la favorita del torneo, una squadra costruita per salire in B1 e restarci, nomi alla mano. Anche qui ci sono delle attenuanti riguardanti la salute di alcune atlete ma, per amor del vero, non a livello delle poco fortunate Tigrotte.
Pronti via!
E' un fulmineo 2-7 per le Adriatiche che sorprende tutti. Nessuno, soprattutto in campo avversario, avrebbe pensato di veder fuggir via davanti, fin dai primi secondi e con una facilità sicuramente sorprendente, le giovani Adriatiche. Nessuno si sarebbe aspettato che, nonostante una determinata e determinante Millanta (a metà gara, 2 triple e quasi il 50% dei punti realizzati per il suo team), la New Aurora si sarebbe trovata, a metà gara, ancora a rincorrere le ragazze di Cinquegrana, meritatamente in vantaggio al riposo sul 21-23, impertinenti ed inattese padrone del campo, in lungo e in largo, nei primi due quarti.
Per come si era messa la partita, si comprende benissimo l'ansia di tutto lo staff della N.A. allorquando la fortissima Millanta cade a terra lamentandosi per una caviglia giratasi malamente. Tuttavia, proprio a partire da quel momento, le condizioni fisiche non buone di gran parte delle Adriatiche scese in campo e in panchina, unitamente forse ad un pizzico di timore di troppo nel fare dei cambi anche brevi per consentire alle migliori di oggi comunque di prendere un po' di fiato indispensabile per arrivare bene fino in fondo, hanno impedito alle Tigrotte di approfittare della favorevole situazione per assestare il colpo decisivo, continuando a sfiancare le avversarie, fino ad allora visibilmente in difficoltà, con il loro gioco veloce e, spesso, sorprendente. Grazie ad una difesa improvvisamente allentata delle verdazzurre Adriatiche, almeno in alcuni elementi, le ragazze di Schiazza si conquistano ampi spazi nei giochi vicino al canestro ed ai rimbalzi, passando così davanti sul +6, 31-25 nei primi minuti del terzo quarto, vantaggio che resta contenuto anche nel loro momento migliore, il terzo e l'inizio dell'ultimo quarto. Il ritmo cala progressivamente, le avversarie, con Millanta tenuta stoicamente in campo, prendono posizione in difesa con più tranquillità e, soprattutto, prendono fiato e misure. La monumentale play Cordisco accusa crampi e non ce la fa più a spingere, i rilievi operati dal coach sono forse solo parziali e non sortiscono effetto, così come non hanno certo effetto positivo alcuni sfoghi che, obbiettivamente, sarebbe meglio non avere in campo, in ogni caso. Fatalmente, la N.A. trae il massimo vantaggio da tutto questo e resta in testa.
L'ultima parte di gara è tuttavia ancora di marca verdazzurra, con le Tigrotte che dopo aver quasi impattato sul 37-35 alla terza sirena, riescono a stare incollate alle avversarie e si giocano la partita punto a punto, mentre le avversarie riescono con grande esperienza e sagacia, a far fronte alle veementi sfuriate delle Adriatiche Tigrotte che riescono anche a rimettere il muso davanti alle avversarie anche se solo di un punto e per lo spazio di un canestro.
E' battaglia fino alla fine, senza che messuna delle due squadre riesca a piazzare il break decisivo. Negli ultimi secondi, a seguito di un lampante antisportivo, sull'ennesimo ficcante contropiede, le Adriatiche usufruiscono di due tiri e palla in mano per cogliere una vittoria che, ne sono certo, sarebbe stata riconosciuta come meritata in primis dalle forti avversarie e che, invece, fugge via di un nulla. Alla fine tutti stanchi, soprattutto le ragazze, tutte, davvero spossate per aver dato vita ad una partita assai intensa, di quelle da -1 o +1 che, alla fine, fanno gioire fino a toccare le stelle, da un lato, ed arrabbiare fino al pianto dall'altro, ma che, in definitiva, fanno anche crescere il rispetto da una parte e dall'altra.
Vedi le testate online:

CLICCA per ingrandire!

NEW AURORA PESCARA 49:
D'Angelo L. 4, Moré L. ne, Martino V. 3, D'Andreamatteo S. 10, Trovarelli F., Capodicasa B., Procaccini M. 11, Moscatello I. ne, Moretti A. 7, Pagliarulo F. ne, Annechini M. ne, Millanta M. 14 (3 triple)

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 48:
Francioni I., Sciaretta S. 1, Bartolone M. 2, Zizzi C. 5, Lepore M., Cordisco S. 11 (1 tr.), Lelli F. 8, Di Quinzio D. 3 (1 tr), Pignoli C., Marini F., Pizzirani P. 18 (1 tr.), Iezzi R. ne.



Parziali: 9-14, 12-9 (21-23), 16-12 (37-35), 12-13 (49-48).

Tiri liberi: New Aurora Pescara 10/19, Cor.Pro. Adriatica Pescara 10/22.

Arbitri: Tiberio di Teramo e Cascioli di Pescara.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Quarto successo consecutivoper la Cor.Pro. Pescara. Battuto il Popoli 90-28.

HIGHLIGHTS
Pescara, 5 dicembre 2009 - Serie B Reg. - qualificazioni andata
Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara-G.S.D. Pallacanestro Popoli 90-28

Largo successo casalingo della Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara che, in scioltezza, batte il Popoli e consolida il primato in classifica a punteggio pieno, con 4 vittorie su altrettante partite.
Concedendo largo turnover in panchina, soprattutto alle top-scorer della squadra e con la forte Cordisco in meritato riposo, le pescaresi dominano la gara fin dalle prime battute, senza che le volenterose avversarie riescano ad opporre resistenza.
Nel primo quarto, sicuramente per difetto di concentrazione, le pescaresi sbagliano l'inverosimile in attacco, facendo sì che il punteggio al loro attivo resti su un livello quasi accettabile per le avversarie, chiudendo 20-6 alla prima sirena. La partita scorrre via senza spunti di rilievo con le squadre a riposo sul 46-11. Purtroppo lo spettacolo manca, anche perché bisogna essere in due per darlo, e si finisce con un 70-16 al terzo parziale e con il 90-28 finale.
Da segnalare gli 8 punti, con una tripla, della baby Chiara Blasioli, classe 1993, diversi i minuti giocati per una buona prova accompagnata dai primi punti realizzati in B e una bomba da tre (Giovanni prepara il pegno per la prossima conviviale!).
Peccato l'infortuno alla giovane (classe 1992) e forte pivot Lejla "Caterpillar" Ansaloni. Ad inizio settimana gli accertamenti, immediatamente un colossale e corale tieni duro!

Vedi le testate online:



COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 90:

Francioni I. 6,
Sciarretta S. 6, Zizzi C. 6 (1 tripla), Lepore M. 11 (1 tr.), Lelli F. 6, Ansaloni L., Di Quinzio D. 4, Varnai K. 13, Blasioli C. 8 (1 tr.), Marini F. 10 (2 tr.), Pizzirani P. 10 (2 tr.), Iezzi R. 10; coach Luca Cinquegrana.


G.S.D. PALLACANESTRO POPOLI 28:
Esposito L. 8 (1 tripla), Ventura I., Leonardi V. 4, Diodati M. 3, Di Prata L. 6, Di Aloisantonio C. 2, Brandano E. 2, D'Orazio M. 3, Corsi A.; coach Emidio Aloisantonio.

Parziali: 20-6, 26-5 (46-11), 24-5 (70-16), 20-12 (90-28).

Tiri liberi: Pescara 12/24, Popoli 11/24.

Arbitri: Caiani di Torre de' Passeri (PE) e D'Arcangelo di Chieti.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Tigrotte all'arrembaggio come i Pirati della Malesia.
Per ora godetevi la videoclip. Clicca qui
Cronaca e tabellini più tardi se ... nin m'gabbbe lu sonne! (Ié li du' di nott' passàte)
Sandokan, la Tigre della Malesia


... IL GIORNO DOPO

Le Tigrotte come i Pirati della Malesia: saccheggiato il campo del Cus Chieti 48-94.

HIGHLIGHTS
Chieti, 28 novembre 2009 - Serie B Reg. - qualificazioni andata
Cus Chieti ASD-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 48-94

Netta vittoria alla terza di andata della Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara sul Cus Chieti. Evidente la differenza, non solo per la giovane età delle chietine, tutte al di sotto dei 18 anni ed in cerca di fare esperienza, ma soprattutto per l'impostazione tecnico-tattica assai diversa delle due squadre, oltre che per una grande differenza di condizione fisica palesata.
Le brave ma acerbe cussine cedono subito sotto i colpi del quintetto adriatico (Cordisco, Di Quinzio, Varnai, Pizzirani e Lelli) che, con un perentorio 0-14 in meno di tre minuti, fanno subito capire che le Tigri di Mompracem sono sbarcate anche a Chieti. Coach Cinquegrana decide di avvicendare subito le senior del gruppo e mette in campo un quintetto con quattro under 19 e una sola senior, per poi passare ad un quintetto di sole junior, che resterà sul parquet, con opportuni avvicendamenti, fino al termine, lasciando a riposo lo starting five. Sotto gli occhi del loro ex-coach Franco Ghilardi, in tribuna, ora sulla panchina del Cus Chieti in A2, le Adriatiche danno spettacolo e, conoscendole, c'era da aspettarselo. La prima frazione si chiude con un eloquente 16-33. Tra pari età, 16 anni in media per il Cus, 17-18 per il Pescara, la partita, almeno all'inizio del secondo quarto, sembra più equilibrata. Ma è un equilibrio che dura poco. La differenza non è tanto nella media dell'età, meno di due anni tra i quintetti in campo dal secondo quarto in poi, quanto nell'abitudine che le Tigrotte hanno preso, da anni, a confrontarsi ad alto livello con formazioni davvero forti, sta nel lavoro condotto da oltre 6 anni, mentre le avversarie sono solo all'inizio. Accade così che le vardazzurre adriatiche dilagano, portando il vantaggio alla sirena di metà gara a 26 punti, per salire a 36 nel terzo quarto e chiudere a 46, impervesando da ogni parte e senza infierire sulle giovanissime, brave ma impotenti cugine.
Vedi le testate online:

Nelle foto, da sinistra: Cordisco e Varnai in entrata, Di Quinzio nella sua specialità: bombe... alla crema da ... 6,25!



CUS CHIETI ASD 48:
Di Pelino A., Protani M.F. 11, Cinalli N. 4, Storaci E. 10, Petrillo F. 14, Di Niro F. 2, Capone G. 2, Micucci M., Belfatto F. 1, Micomonaco 3 (1 tr.). Picciani A. 1; coach G. Piersante.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 94:
Francioni I. 11 (1 tripla),
Sciarretta S. 6, Zizzi C. 8, Lepore M. 9 (1 tr.), Cordisco S. 11, Ansaloni L. 9 (1 tr.), Di Quinzio D. 14 (3 tr.), Varnai K. 2, Marini F. 9, Pizzirani P. 9, Iezzi R. 6; coach Luca Cinquegrana.


Parziali: 16-33, 10-19 (26-52), 9-19 (35-71), 13-23 (48-94).

Tiri liberi: Chieti 15/24, Pescara 11/28.

Arbitri: Berardini F. di Pescara e Di Pasquale di Bucchianico (CH).



Clicca qui per vedere il video della partita

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Esce ancora il 72 sulla ruota di Pescara. Battuto il Penne nella prima partita casalinga.

HIGHLIGHTS
Pescara, 21 novembre 2009 - Serie B Reg. - qualificazioni andata
Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara-Basket Penne 72-47

Successo senza problemi della
Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara contro il Basket Penne davanti ad un pubblico insolitamente e piacevolmente numeroso.
Sarò sincero. La partita non è stata bella, ma bisogna pur tenere in debito conto che la stessa veniva praticamente già chiusa dopo i primi 6 minuti, durante i quali le verdazzurre adriatiche dapprima piazzavano un fulmineo 9-0, per poi assestarsi su un chiaro 19-5 e chiudere il primo quarto sul 25-10. Le cose più belle finivano lì. Purtroppo, le ragazze di Cinquegrana tiravano un po' prematuramente i remi in barca, bloccandosi in attacco e concedendo troppo in difesa. Infatti per tutta la fase centrale della partita, fino al 5 minuto dell'ultimo quarto, le brave ragazze del Penne non solo riuscivano a non farsi distanziare ulteriormente, ma accorciavano lo svantaggio fino ad arrivare ad un onorevole -11, sul 53-42. Redarguite a dovere dal coach in un timeout rovente, le Tigrotte recuperavano concentrazione e ritmo e, negli ultimi 5 minuti, quasi in un batter d'occhio, lasciavano sul posto le avversarie piazzando un eloquente break di 19-5, per un +25 finale.
Da segnalare il bottino di canestri di Di Quinzio (20, ben 36 in due gare) e Varnai (la new entry di questa stagione insieme con Lelli, oggi assente) nonché, soprattutto, l'esordio in serie B di Chiara Blasioli (classe '93) e Veronica Scarponcini (classe '94), tra gli applausi prolungati di tutto il pubblico presente, tra cui numerose compagne Under 17-15 e delle Tigrotte delle squadre minori, tutte in piedi a far sentire il loro entusiasmo.
Lasciateci ora dedicare un plauso speciale proprio alle più giovani tra queste ragazze, alle "Tigottine" tra i 10 e i 15 anni, che oggi sono venute in gran numero a tifare per le loro beniamine di B. Sono atlete in erba che accettano di allenarsi duramente, magari cullando un loro piccolo sogno, e che riescono a divertirsi pur lavorando sodo. Meritano proprio un plauso speciale che vogliamo estendere ai loro splendidi genitori, pronti a sostenerle nel praticare uno sport che amano, sempre con tanta discrezione e con non pochi sacrifici. Verrà anche il loro turno, quello dei campionati giovanili, in cui saranno protagoniste proprio loro, le "Tigrottine", con i loro genitori al seguito. Protagoniste, si spera, vincenti, anche se non è mai indispensabile vincere. Quello che conta in Adriatica è fare del proprio meglio, a tutti i livelli, per quello che si può e per quanto si può, dirigenti, tecnici, atlete e genitori. E' così per tutti. I risultati arriveranno, sono sempre arrivati e, tra qualche anno, nemmeno troppi, vedrete che arriverà pure la soddisfazione, anche per le più piccole, di calcare un parquet in un campionato seniores, ricevendo a loro volta gli stessi applausi che, oggi, loro hanno tributato alle grandi, cambieranno solo le mani di chi applaudirà. Noi tutti (ogni tanto non fa male rimarcarlo) lavoriamo, liberamente e con impegno, in questa Associazione, perché tutto questo accada e non rimanga un sogno. Si lavora non per vincere, anche se vincere fa sempre piacere, è ovvio. Lavoriamo, sacrificando non poco la nostra vita privata, grazie ad una passione che ci accomuna e con una gioia che, diretta o indiretta che sia, siamo capaci di provare quando vediamo le nostre ragazze giocare. E' questo il DNA di Adriatica, il cuore pulsante di tutti questi protagonisti, dalla Tigrottina più "piccola", al dirigente più ... "grosso"!
Grazie Tigrotte
, grazie Tigrottine, grazie carissimi genitori!
Sandokan, la
Tigre della Malesia
Vedi le testate online:

CLICCA per ingrandire

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 72:
Francioni I. 1,
Sciarretta S. 6, Zizzi C. 4, Lepore M. 3 (1 tripla), Cordisco S. 12, Iezzi R., Di Quinzio D. 20 (2 tr.), Varnai K. 18, Blasioli C., Pizzirani P. 8, Scarponcini V., Martella F.; coach Luca Cinquegrana.


BASKET PENNE 47:
Qurum L. 1, Petrucci L. 14 (1 tripla), Michetti S. 2, Gallo S. 6 (1 tr.), Costantini G. 4, Costantini B. 2, Tontodimamma A., Caso L. 18; coach L. Esquilino.

Parziali: 25-10, 14-16 (39-26), 10-8 (49-34), 23-13 (72-47).

Tiri liberi: Pescara 15/29, Penne 13/23.

Arbitri: Sirolini e Visioni di L'Aquila.



Clicca qui per vedere il video della partita

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Esordio con botto dell'Adriatica Basket Pescara. Graffiate le Pantere di Roseto sul loro terreno: 34-72

HIGHLIGHTS
Roseto, 14 novembre 2009 - Serie B Reg. - qualificazioni andata
A.S.D. Panthers Roseto-Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara 34-72

Esordio col botto per le Tigrotte della
Cor.Pro. Adriatica Basket Pescara che nel derby felino superano in trasferta le Pantere di Roseto con un perentorio 34-72.
In questa prima stagionale, la squadra sotto la guida del nuovo coach Luca Cinquegrana (lo scorso anno coach in seconda sempre con l'Adriatica), è riuscita già a far vedere buone cose. In particolare, al solito gioco aggressivo, con grande difesa e ripartenze veloci, le verdazzurre adriatiche hanno saputo associare un ordinato attacco contro zona, con incursioni per linee esterne e interne. In tal modo, veloci folate offensive sono state ordinatamente alternate ad attacchi più compassati e ragionati contro la zona avversaria schierata. La conseguenza è stato un predominio assoluto fin dalle prime battute con le brave rosetane che non sono riuscite a chiudere contestualmente sia sulle forti esterne pescaresi, sia sugli attacchi dalla corta distanza per linee interne.
Senza mai premere sull'acceleratore, le pescaresi prendono subito un buon vantaggio al primo quarto (9-20), per poi giungere progressivamente al +38 finale. Da segnalare un terrificante 4 su 5 nelle triple per la caldissima Di Quinzio, di cui ben 3 quasi consecutive nel primo quarto.
In un campionato che si presenta finalmente a 8 squadre, dopo un po' di anni, con squadre esperte e blasonate come New Aurora Pescara, Sulmona e Cus Chieti, le Tigrotte Adriatiche che, non dimentichiamolo, schierano una squadra assai giovane, zeppa di talenti Under19 e 17, si candidano così a lottare per il primato.
Come sempre, per le nostre bravissime
ragazze, non sarà obbligatorio vincere, ma migliorarsi, partita dopo partita, con il pensiero rivolto, ma non troppo, alla lotta per il primato.

La partita dal sito delle Panthers Roseto
Vedi le testate online:

CLICCA per ingrandire

A.S.D. PANTHERS ROSETO 34:
Saraullo P. 2, Minora F. 4, Vecchiati MG., Giannitto C. 4, Marcone C. 3, Pacioni ML. 6, Vecchiati V. 4, Perletta M. 3, Vasile E. 6, Ligocka A.M. 2; coach L. De Bernardi.

COR.PRO. ADRIATICA BASKET PESCARA 72:

Iezzi R., Sciarretta S. 10 (1 tripla), Bartolone M. 1, Zizzi C. 2, Cordisco S., Lelli F. 7, Ansaloni L. 5, Di Quinzio D. 16 (4 tr.), Varnai K. 14 (1 tr.), Pizzirani P. 17, Lepore M., Martella F.; coach Luca Cinquegrana.

Parziali: 9-20, 9-16 (18-36), 9-20 (27-56), 7-16 (34-72).

Tiri liberi: Roseto 13/36, Pescara 17/34.

Arbitri: Di Valentino di Penna S. Andrea (TE) e De Ascentiis di Giulianova (TE).
Nella foto (dal sito www.panthersroseto.it) la guardia Simona Cordisco, 17 anni da poco compiuti, in stoppata.

Va sul sito delle Panthers Roseto, dove troverai altre bellissime immagini.
CLICCA per ingrandire


Clicca qui per vedere il video della partita


INIZIO PAGINA

Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2008-09 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2007-08 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2006-07 ... CLICCA QUI!


Alla Classifica Va alla CLASSIFICAINZIO DELLA PAGINA

Alla Pagina Principale

Inizio PaginaVa all'INZIO DELLA PAGINA

Se vuoi collaborare con noi, scrivici!