In questi primi giorni, senza "Issimo", mi sono chiesto ripetutamente che cosa avrei dovuto scrivere qui per lui. Ci ho messo tempo, non trovavo le parole giuste. Poi mi sono ricordato che Domenico di me appezzava tanto la spontaneità. Lui era uomo genuino e schietto, dalle poche parole ma sempre a segno. Proprio per questo andavamo così d'accordo. Così ho deciso di riportare qui il testo del mex che ho inviato a chi ho potuto quel tragico venerdì notte; è stato il mio primo pensiero spontaneo, senza Nuccio:
"""Issimo, il nostro Domenico se n'é andato, poco fa. Lo ha fatto come era suo costume, senza clamore. Fino alla fine ci ha esortato a continuare a lavorare per le "sue" ragazze a cui voleva un bene enorme. Voleva davvero bene a tutta Adriatica ed era davvero felice quando ci vedeva gioire e quando riusciva a sorridere con noi. Era straordinariamente forte, lui, uomo così piccolo ma così grande, così tenero e dolce, ma così tenace. Aveva sempre una soluzione per ogni problema. Era ben voluto e rispettato da tutti, soprattutto dalla grande famiglia di Adriatica, la sua seconda famiglia. Già mi tornano alla mente i mille ricordi, tutti belli, dei momenti che abbiamo condiviso tutti noi insieme a lui. Per diverse notti sarà ancora così, quasi a ricordarmi che io, anzi, noi tutti, possiamo ancora fare molto per lui, come se non se ne fosse mai andato.
Peppe""".
Il Cordoglio di LegAbasket (clicca qui)
La foto ingrandita (clicca qui)

Per tornare alla Pagina Principale