Campionato Under 15

FINALI NAZIONALI - VITERBO 1-7 LUGLIO 2013

CONCENTRAMENTO "C" FINALI NAZIONALI
RISULTATI

1/7/2013

Azzurra Cercola (NA)

Athena Roma

51

66

1/7/2013

Olympia Junior Casale

ASD Adriatica Bk Pescara

71

58

2/7/2013

Athena Roma

Olympia Junior Casale

56

75

2/7/2013

Azzurra Cercola (NA)

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per tornare ai risultati della giornata

43

54

3/7/2013

Azzurra Cercola (NA)

Olympia Junior Casale

73

55

3/7/2013

ASD Adriatica Bk Pescara

Athena Roma

44

63

CONCENTRAMENTO "C"
CLASSIFICA

SQUADRE

PUNTI

Olympia Junior Casale

4

Athena Roma

4

 ASD Adriatica Bk Pescara

2

Azzurra Cercola (NA)

2
Basket Rosa Pescara perde lo scontro decisivo con Athena Roma e viene eliminata. Lo Junior Casale, pur sconfitto da Cercola, alla terza giornata, in una partita ininfluente, si qualifica e, proseguendo il cammino, approderà alla finale, vinta poi dalla Reyer Venezia, mentre Athena Roma, seconda qualificata, nei quarti sarà fermata dalla Libertas Moncalieri che, a sua volta, sarà battuta in semifinale proprio dalla Reyer. (La classifica tiene conto, a parità, di punti, degli scontri diretti).

INIZIO PAGINA

FINALI NAZIONALI ... FINALI NAZIONALI ... tra il nono e dodicesimo posto TRA LE 16 SQUADRE PIU' FORTI D'iTALIA... comunque "IMMENSE"! *RRROOOOAAARRRRRRR*

HIGHLIGHTS
Viterbo, mercoledì 3 luglio 2013 - Under 15, Finali Nazionali, girone "C", seconda giornata ottavi di finale.
Azzurra Cercola (NA) - ASD Adriatica Basket Pescara 43-54

Oggi ne abbiamo 14.
E' passata più di una settimana dalle Finali Nazionali Under 15 di Viterbo. Mi sono preso un po' di riposo (si fa per dire con il lavoro sempre tra i piedi!), mentre le notizie e le immagini della nostra bella avventura giravano "in tempo reale" su Facebook.
Sapete che nella vita mi occupo di altro, men che meno mi si può considerare un cronista, sapete anche che non sono affatto obiettivo, insomma sapete bene che quando scrivo qui sono essenzialmente "Sandokan" ed è con questo spirito, con questo "soul" per dirlo come i neri d'America, che rivedo e racconto le partite. Sì, uno spirito tutto particolare, da Tigre un po' attempata, con un mantello dove i peli grigio-bianchi cominciano a prevalere, con qualche acciacco, ma pur sempre Tigre, che stravede per le nostre
Tigrotte, vincano e perdano, comunque vada ogni partita, in ogni caso. Sono così di parte che non esito a dire che le Tigrotte Under 15, seppur eliminate nel girone degli ottavi di finale (none o dodicesime che si siano piazzate tra le 16 squadre più forti d'Italia, poco importa), con la vittoria ottenuta, sono entrate a far parte con merito nella storia del basket femminile abruzzese.
Alcuni anni fa, infatti, era toccato alle Under17 di Adriatica, forte squadra perno della prima serie B, a Pozzuoli, combattere contro le migliori squadre d'Italia, così come ancora prima, oltre 10 anni fa era toccato, a Bormio, alle Under15 della New Aurora, squadra pure questa forte, con ragazze che avrebbero poi calcato anche parquet di serie A (di quel gruppo, quest'anno, tre atlete, Servadio, Scoglia e Giampietro hanno fatto parte della squadra che ha conquistato la promozione in A3). Prima ancora, almeno per Pescara, dobbiamo risalire ad oltre 25 anni fa con lo splendido terzo posto di Malì Pomilio e compagne. Perdonatemi, non ricordo altro e sono pronto a rettificare su segnalazione.
Le nostre
Tigrotte Under15 sono entrate nella storia per il semplice fatto che hanno lasciato il segno.
Hanno infatti conquistato una vittoria strameritata contro Cercola (NA), per 43 a 54, ossia contro il meglio della Campania nella categoria. Il giorno prima erano riuscite a tenere testa perfino alle forti piemontesi della Junior Casale (non così forti a detta di qualcuno, che deve fare ammenda, ma per me e per la cronaca decisamente ottima squadra, tanto che è arrivata seconda assoluta perdendo la finalissima contro la corazzata Reyer Venezia). Le nostre
Tigrotte, purtroppo, hanno solo sbagliato la partita che le avrebbe lanciate tra le 8 migliori squadre d'Italia, una partita "o dentro o fuori" con l'Athena Roma (a tal proposito non posso fare a meno di ricordare che la mvp del match, Sara Filoni, è passata all'Athena Roma proprio quest'anno e che se ...), incappando nella peggiore prestazione della stagione. Partita di quelle in cui è forte la sensazione che se la ripeti 100 volte, ne porti a casa almeno 50, e forse più, una partita nella quale lo scarto finale, reale e iniscutibile per come quella partita è stata giocata, non ha riflettuto i valori oggettivi in campo. Ricordo solo che a metà gara chiusa sul 15-25, giocando male, avevamo realizato solo 8 punti sui ben 20 tiri liberi concessici e che la percentuale di tiro era sotto il 20% e che, addirittura, alla fine siamo riusciti a fare anche peggio. Nonostante questo, le ragazze, dopo essere andate sotto di 15 punti, si erano riportate, nella seconda parte di gara, a - 6 (pensate che cosa sarebbe stato se metà gara si fosse chiusa con qualche libero o tiro realizzato in più e non con quel -10 ...!!!), ma da quel momento in poi, proprio mentre le avversarie assistevano stupite all'arrembante recupero, non ne abbiamo azzeccata più una, mentre a loro riusciva di tutto. Giornataccia, questa terza di un 3 luglio che ricorderemo, dove sicuramente una squadra zeppa di babies (2 del 2000, 4 del 1999 e solo 6 del 1998) ha pagato fisicamente lo sforzo della prima partita, in cui aveva ceduto onorevolmente di 13 allo Junior Casale, così come quello della seconda (splendido +11 sul Cercola), dovendo, soprattutto in quest'ultima, resistere al veemente ritorno delle campane, proprio nell'ultimo quarto in cui si sperava invece di rallentare e tutti sanno quanto conta riuscire a riposare un quarto di gara in tre gare consecutive. Ebbene, sia chiaro, anche questo splendido 2 luglio sarà a lungo ricordato. BRAVE, BRAVISSIME, GRANDE BRANCO! Ed è con questo ricordo, con la cronaca di questa vittoriosa partita, tratta dal sito ufficiale della FIP, che saluto tutti con un forte abbraccio, non prima di aver incollato qui sotto quanto da me scritto sula mio diario di Facebook:
"DESIDERO RIPORTARE SU QUESTA MIA BACHECA UN PENSIERO SCRITTO IN UN POST. E' RIVOLTO ALLE "GRANDI" UNDER 15, IL GIORNO DOPO IL RIENTRO A CASA DALLE FINALI NAZIONALI DI VITERBO. SO DI ESSERE RIPETITIVO MA ... NESSUNO E' OBBLIGATO A LEGGERE!
Sì, siete proprio state ben più che grandi, ossia IMMENSE, fin dal primo giorno di allenamento e di sudore, spaccandovi di fatica ogni volta su ogni palla.
State... pian piano crescendo e, a soli 15 anni, avete già avuto soddisfazioni che in tanti, invece, inseguono per una vita intera senza mai raggiungerle.
Siete cresciute una per una e, per quanto più conta in uno sport di squadra, come gruppo. Non mi stancherò mai di ripeterlo, siete un bel Branco di Tigrotte che hanno tutto per diventare Tigri grandi forti, sempre a condizione di non dimenticare mai che si vince insieme, così come si perde insieme. Tutte per una e una per tutte!
Quanto a ieri, oltre ogni cosa da voi detta, in una partita può sempre accadere che per quanti sforzi si facciano, ci sono sempre almeno due grandi ostacoli tra una squadra e la vittoria.
Il primo è la squadra avversaria, per forte o debole che appaia ai nostri occhi o che in realtà sia. Questo ostacolo, inevitabilmente, c'è sempre, ma si può superare.
Il secondo è la SFIGA, nelle sue molteplici varianti, che non è sempre presente, ma che quando ti prende di mira, inesorabilmente, è imbattibile.
Grazie, BRANCO!

Sandokan, la Tigredella Malesia



Ecco la cronaca dal sito della FIP:
"3 luglio 2013 - seconda giornata.
Azzurra Cercola (NA) - ASD Adriatica Basket Pescara 43-54
Il primo quarto è caratterizzato da tanti errori, le due squadre avvertono la tensione di una gara da vincere per rimanere in corsa per la qualificazione e dopo cinque minuti il punteggio è di 5-3 per Pescara. Le abruzzesi sono più precise, soprattutto con Cantatore, e alla prima sirena si ritrovano sul +8 con il tabellone che segna 13-5; il break positivo di Pescara si allunga anche nella seconda frazione, con la solita Cantatore in evidenza e con due liberi di Pallotta che significano +17 (22-5) quasi a metà del periodo. Cercola tenta una reazione ma sbaglia troppi layup comodi che potrebbero permetterle di riavvicinarsi e Pescara ha vita facile nel gestire il vantaggio e incrementarlo con Di Giacomo quasi sulla sirena di metà gara. Il dominio dell'Adriatica prosegue al rientro in campo dagli spogliatoi, la squadra di coach Porrini vede il suo vantaggio stabilizzarsi sui 20 punti grazie al controllo dei tabelloni e a percentuali decisamente migliori dal campo. Cercola affida le sue resideu speranze di recupero alla pressione difensiva che inizia a dare buoni frutti nel quarto periodo, Falanga e Sacco realizzano in pochi secondi i quattro punti che riavvicinano le campane sul 43-32 dopo appena un minuto e mezzo. Nel momento di difficoltà l'Adriatica va dalla sua giocatrice di riferimento, Cantatore, che chiude definitivamente i conti con i liberi che valgono i primi due punti in classifica in questa Finale Nazionale.".




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!

Clicca per INGRANDIRE!
BRANCO!

Le Under 15 di
Basket Rosa Pescara con coach Mauro Porrini e il D.R. Giuseppe Toletti nella Cerimonia inaugurale delle Finali Nazionali di Viterbo: in piedi da sinistra Ludovica Maddes, Elettra Cantatore, Francesca Di Girolamo, Ilaria Bellante, Marina Santoro, Rebecca Evangelista, Benedetta Sciarra, Beatrice Cascella; in ginocchio Claudia Pallotta, Caterina Di Giacomo, Giulia Zampetti, Sara Pirani. Completano il roster: Lina Asobirionwu, Lorenza Caramanico, Maria Elena Tornar, Nicole Romano, Manuela Di Cecco, Cecilia Mascione, Isabella Gagliardi e Alice Passeri.

INIZIO PAGINA



CONCENTRAMENTO N. 7 - QUALIFICAZIONI FINALI NAZIONALI

CONCENTRAMENTO NAZIONALE N.7 - POTENZA, 31/5 - 2/6/2013

31/5/2013

Fortitudo Rosa Bologna

Gym Basket Caserta

96

26

31/5/2013

ASD Adriatica Bk Pescara

Cestistica Latina

69

49

1/6/2013

Fortitudo Rosa Bologna

Cestistica Latina

73

51

1/6/2013

ASD Adriatica Bk Pescara

Gym Basket Caserta

47

29

2/6/2013

Gym Basket Caserta

Cestistica Latina

55

73

2/6/2013

Fortitudo Rosa Bologna

ASD Adriatica Bk Pescara

37

45

CLASSIFICA CONCENTRAMENTO N. 7

SQUADRE

PUNTI

ASD Adriatica Bk Pescara

6

 Fortitudo Rosa Bologna

4

 Cestidtica Latina

2

Gym Basket Caserta

0
Basket Rosa Pescara vince il Concentramento e conquista l'accesso alle Finali Nazionali di Viterbo (1/7 - 7/7/13).


INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

FINALI NAZIONALI ... Arriviamooooooooooooooo!

HIGHLIGHTS
Potenza, Domenica 2 giugno 2013 - Under 15, Concentramento nazionale n. 7 - Terza partita.
Fortitudo Rosa Bologna - ASD Adriatica Basket Pescara 37-45

Apriamo questa News in maniera insolita, ma mai come questa volta, le parole scritte due settimane fa, venute di getto al profondo del cuore, risuonano oggi alla nostra mente come un fausto presagio.
Dopo la conquista del titolo regionale, avevamo scritto:
"... Vogliono crescere e diventare forti, loro, le
Tigrotte Under 15 di Basket Rosa Pescara. Sanno già come si fa ad emettere timidi 'roaarr' che non possiamo ancora definire ruggiti ma che, intanto, non sono più quei tenerissimi miagolii, con tanto di soffiata finale, che le piccole tigri emettono, pensando di minacciare, ma che fanno solo sorridere ... questo quando sono piccole, ovviamente. Sia detto con la massima simpatia, ma senza trascurare la realtà, queste giovani ragazze, innamorate della palla a spicchi, hanno fatto bei progressi e, per quanto più conta, hanno fatto capire a tutti, e non da oggi, che almeno in Abruzzo, e forse non solo, il futuro sportivo non troppo lontano del basket femminile sarà loro. Noi dovremo solo avere pazienza e, senza brusche accelerate e senza fretta, assecondarle nel loro percorso, correggendole quando occorre e, per quanto riguarda ognuno di noi che ne è responsabile sportivamente, sbagliando il meno possibile. Più presto di quanto non si creda, queste Tigrotte impareranno quel che occorre per diventare giocatrici e, soprattutto, per essere non solo una semplice squadra, ma un vero e proprio BRANCO!"
Non hanno già imparato tutto, ci mancherebbe, in sole due settimane ma, senza essere esagerati, di certo hanno fatto un bel balzo in avanti, tutto felino, nel loro percorso di crescita. Dovevate solo vederle, durante il viaggio, sul pulmino, in autogrill, in hotel, in attesa sugli spalti, nei briefings con il coach ed il sottoscritto, loro dirigente accompagnatore, disciplinate, attente, composte sempre, gioiose come tutte le ragazzine della loro età, ma solo quando consenito, misuratamente, nei transfer per e dal campo di gioco, in camera, a tavola ... non sembravano piccole Tigrotte, ma davano ben altra e positiva impressione. Tutto nel loro modo di agire dava una sola impressione. Sono state le prime a credere che avrebbero dato filo da torcere ad un avversario, anzi due (il Bologna e, non dimentichiamo, il Latina che ha dato filo da torcere alla primatista laziale Athena Roma, mentre il terzo, ossia Caserta, ha avuto il ruolo di cenerentola del girone), le prime, si diceva, ad avere fiducia.
La partita.
Partono all'assalto, aggressive e ventre a terra, come sempre, loro, le piccole feline di coach Porrini, ordinate, ma al contempo, determinatissime a far valere la loro vera forza, la forza di un BRANCO di Tigrotte scatenate. Senza timori reverenziali al cospetto della corazzata Bologna, tengono alto il ritmo, consce della loro preparazione fisica, tecnica e, aggiungiamo, psicologica, cui dirigenti e tecnici coadiuvati, perché non dirlo, da un gruppo di genitori ultrasensibili e, aggiungo, eccezionalmente discreti fuori del campo, tanto quanto supertifosi in campo, hanno lavorato tanto.
Lottano su ogni palla e tengono botta alle forti emiliane che durano fatica a mettere la testa davanti su un 18-9 per certi versi non del tutto veritiero, frutto soprattutto di banalissimi errori in attacco delle pescaresi che equivalgono nel gioco le forti avversarie. Nel corso del secondo tempino, il branco insiste e rimonta alcune lunghezze, facendo sentire il fiato sul collo alle bolognesi. La partita è bella, vibrante, combattuta, con le difese che prevalgono sugli attacchi, ma anche con giocate spettacolari, da una parte e dall'altra. Pescara non cede e dopo essere arrivata persino a - 3, alla sirena, chiude in svantaggio 24-18, ma concedendo appena 6 punti alle avversarie e segnandone 9. Buon segno. Le Tigrotte ansimano in panchina, grondano sudore, ma, perdonate se personalizziamo, si sente montare il loro verso felino, il loro ansimare che si trasforma in un sottofondo che, almeno io, riconosco bene, si tratta di ruggiti. Le guardo negli occhi una per una. Evviva! Vedo sguardi da Tigri, non da Tigrotte, Tigri, sì Tigri adulte negli sguardi di giocatrici piccole solo di età, con dentro tutta la determinazione di chi, pur indietro nel punteggio, crede che tutto possa ancora accadere e che le emiliane possono essere agguantate, artigliate, azzannate e, sportivamente s'intende, abbattute e fatte infine preda. Rientrano sul parquet urlando, anzi ruggendo, levando al cielo il loro grido di battaglia. Partono bene, segnano subito e si riportano ancora - 3, con le avversarie che cominciano ad andare in debito di ossigeno e buttano via i palloni, nonostante gli avvicendamenti assai opportuni chiesti dal bravo ed esperto coach Scanzani. Ma la Fortitudo è forte. La terza sirena arriva sul 35-29. Sembra tutto come il quarto precedente e, per giunta, con soli 10 minuti per sperare, con le Adriatiche dietro ancora di 6. Ma un dato statistico assai importante e significativo è a favore delle abruzzesi. Bologna è carica di falli, non perché generosamente concessi a favore del Pescara, ma semplicemente perché alla lucidità e determinazione tecnico-fisica delle abruzzesi, le emiliane non riescono a contrapporre altrettanto, in attacco hanno perso lucidità e in difesa sono in grave affanno e costrette ai falli per arginare il branco scatenato che vuole rimontare e vincere.
Rimontare, crescere e vincere in un tutt'uno.
Accade allora che, tra il terzo e il quarto parziale, nei due minuti di pausa che, a mio avviso, resteranno per sempre i minuti di pausa più belli ed efficaci dell'anno non facile per coach Porrini, viene messo il suggello su una prestazione di altissimo livello, con poche parole: "Calma ora, ragazze, lucidità, giocate e divertitevi ... tranquille senza affanno. Giocate, loro sono stanche … le prendiamo … vedrete … giocate e divertitevi non pensate che sono solo avversarie da battere …".
La scelta di stemperare le tensione, divenuta forse eccessiva in queste ragazzine-feline, dopo tre tempi spesi ad inseguire, si rivela sorprendentemente efficace. E così come coach Schiazza, in serie B, a Catania, aveva catechizzato le sue giocatrici, in maniera diversa ma altrettanto efficace, con due scelte diverse ma altrettanto efficaci, il primo scegliendo di puntare sulla serenità da infondere a ragazzine fin troppo tese e sotto stress, il secondo toccando le giuste corde a giocatrici di razza, il risultato che ne esce fuori è il controllo della partita in entrambi i casi. Come a Catania, in un quarto difficile e rovente, le "grandi" erano riuscite, seguendo le istruzioni del coach, a gestire la partita per il risultato che ha significato la promozione, così, in modo diverso, toccate in corde differenti, ma altrettanto giuste ed ugualmente presenti nel DNA di queste ragazze, grandi e piccole di
Basket Rosa Pescara, le "piccole" si lanciano in un ultimo quarto di partita tutto "BRANCO", che desidero riassumere con gli sms da me inviati ai dirigenti e ai tecnici rimasti a casa a soffrire: "ultimi 10 minuti. 35-31 partiamo bene/ 36-31/ 36-33. Giochiamo bene. Siamo lì/ Forti, forti, è dal primo minuto che è così/ Ora due tiri, solo uno, mann, 36-34/ Rubiamo palla, penetrazione, fallo, due tiriiiiii/ Solo uno dentro 36-35 siamo a un soffio/ 37-35 uno su due per B./ 37 pariiiiiii, siamo pari, 37 pariiiiiiii/ davanti ora +2 a 2.44 dal termine siamo 37-39 per noiiiii caxxooooo/ 2 liberi, 1 su 2, 37-40/ Non ci tengono, sono cotte, non ci tengono, devono sempre fare fallo/ Sìììììììììììì 37-42 a 1.45 caxxooooooo!!!/ 49 sec al termine +5 ancora/ 27 alla fine +5 e due tiri per noi/ 1 va +6 37-43 manca pochissimo ...". Segue una comprensibile paralisi alle dita delle mani ... cellulare in volo ... tutti a piangere ... Dopo diversi minuti, tra le lacrime di gioia, non solo mie ma, primo fra tutti, di Mauro Porrini, riesco ad inviare gli ultimi sms: " ... Sto impazzendo di gioiaaaaa. Scusate se non ho scritto prima, ma abbiamo vinto 48 a 37 azzzzz!/Correggo 45 a 37!". "Precisazione inutile - risponde da Pescara il dirigente/papà Carmine Cascella - Mi state facendo piangere caxxo. Stupendooooooo ..." e poi, via, messaggi e telefonate da tutti.
Il tabellino di questa partita è a parte. Le immagini della partita, invece, unite a quegli sguardi di chi vuole vincere e basta, così intensi e fieri in ragazzine tanto tenere quanto forti, le loro movenze in campo, il loro essere BRANCO, il loro basket, bello ed essenziale, i volti raggianti solcati dalle lacrime, più o meno celate, di ragazze e familiari, di tutti i familiari al seguito, resteranno per sempre nel profondo del mio cuore a ripagare, me e i miei amici di basket, dei tanti sforzi compiuti.
Grazie, grazie a tutti ... era proprio vero, due settimane fa quando si chiudeva il commento dell'ultima partita di finale regionale: "Forza Tigrotte, le Finali Nazionali non sono un miraggio!". Tre vittorie, in un crescendo di furore agonistico giovanile e sapienza cestistica. FINALI ARTIGLIATE!
A Viterbo, dal 1° al 7 luglio, avranno luogo le Finali Nazionali a 16 squadre suddivise in 4 gironi. Quello C vedrà le campionesse d'Abruzzo opposte Azzurra Cercola (NA) - campione regionale Campania, Athena Roma - campione regionale Lazio, Olympia Casale Monferrato (AL) - vicecampione regionale Piemonte, tutte superpotenze del basket giovanile nazionale. C'è posto solo per due, poi scontri diretti per quarti, semifinali e finali.
Bene. Vedremo di che cosa sarà capace il BRANCO! xxxxxxxxxxx=
?



UN GRANDE INSEGNAMENTO ... PROPRIO COME ACCADE IN UN BRANCO!

Un grazie dal profondo del cuore alle TIGRI di BASKET ROSA PESCARA, ai loro Familiari, agli Amici, allo Staff tecnico-dirigenziale per la splendida accoglienza riservata alle Under15 davanti al Palaelettra, al rientro dalla vittoriosa spedizione di Potenza, domenica sera.
Un esempio davvero bello da parte delle nostre TIGRI ma, soprattutto, un insegnamento comportamentale di grande portata per le crescita delle nostre TIGROTTE che devono ancora imparare tanto.
Ringrazio anche i Genitori, i Partners, i Media e i Tifosi per il continuo supporto che ci consente ancora di continuare a levare in alto i nostri RUGGITI.
Sandokan, la Tigredella Malesia




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!


Clicca per INGRANDIRE!
BRANCO!
Clicca per INGRANDIRE!
Le Under 15 di
Basket Rosa Pescara con coach Mauro Porrini: Rebecca Evangelista, Ilenia Bellante, Marina Santoro, Elettra Cantatore, Claudia Pallotta, Beatrice Cascella; in ginocchio Giulia Zampetti, Benedetta Sciarra, Sara Pirani, Ludovica Maddes, Caterina Di Giacomo, Francesca Di Girolamo. Completano il roster: Lina Asobirionwu, Lorenza Caramanico, Maria Elena Tornar, Nicole Romano, Manuela Di Cecco, Cecilia Mascione, Isabella Gagliardi e Alice Passeri.


Fortitudo Rosa Bologna 37
André 7, Monti 2, Alioum, Zilli, Torresani 3 (1 tripla), Bottarelli, Papea 7, Venturi 15 (1 tr.), Lorenzini, Zafferoni 3. Coach M. Scanzani, Ass. coach P. Zonca.

Adriatica Basket Pescara 45
Cascella, Evangelista, Cantatore 10, Sciarra, Santoro 2, Maddes 14, Bellante, Di Giacomo 5, Pallotta 8, Pirani 6, Di Girolamo, Zampetti., Di Girolamo, Zampetti 2. Coach M.Porrini


Falli: Bologna 28 - Pescara 13.

Tiri liberi: Bologna 6 su 12 - Pescara 21 su 41.

Parziali 18-9, 6-9 (24-18), 11-11 (35-29), 2-16 (37-45).

Arbitri Larocca e Maruggi di Potenza.

INIZIO PAGINA

FINALE REGIONALE

02/05/2013 - ANDATA

GSD Pall. Popoli

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per la Cronaca!

31

56

22/05/2013 - RITORNO

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per la Cronaca!

GSD Pall. Popoli

78

34
Basket Rosa Pescara è Campione Regionale ed accede al Concentramento Nazionale n. 7 di Potenza 31/5 - 2/6/2013.

Le Tigrotte Under15 battono il Popoli 78-34, conquistano il campionato regionale e accedono all'Interzona Nazionale (Potenza 31/5 - 2/6/2013).

HIGHLIGHTS
Pescara, Mercoledì 22 maggio 2013 - Under 15, finale gara di ritorno.
ASD Adriatica Basket Pescara - Pol. Pallacanestro Popoli 78-34

Vogliono crescere e diventare forti, loro, le
Tigrotte Under 15 di Basket Rosa Pescara.
Sanno già come si fa ad emettere timidi "roaarr" che non possiamo ancora definire ruggiti ma che, intanto, non sono più quei tenerissimi miagolii, con tanto di soffiata finale, che le piccole tigri emettono, pensando di minacciare, ma che fanno solo sorridere ... questo quando sono piccole, ovviamente.
Sia detto con la massima simpatia, ma senza trascurare la realtà, queste giovani ragazze, innamorate della palla a spicchi, hanno fatto bei progressi e, per quanto più conta, hanno fatto capire a tutti, e non da oggi, che almeno in Abruzzo, e forse non solo, il futuro sportivo non troppo lontano del basket femminile sarà loro. Noi dovremo solo avere pazienza e, senza brusche accelerate e senza fretta, assecondarle nel loro percorso, correggendole quando occorre e, per quanto riguarda ognuno di noi che ne è responsabile sportivamente, sbagliando il meno possibile. Più presto di quanto non si creda, queste
Tigrotte impareranno quel che occorre per diventare giocatrici e, soprattutto, per essere non solo una semplice squadra, ma un vero e proprio BRANCO!
La partita.
Partono all'assalto, aggressive e ventre a terra, le Tigrotte di coach Porrini che, in pochi minuti, hanno ragione di un Popoli generoso, ma impotente nell'arginare le folate offensive delle pescaresi, per giunta molto attente in difesa. Prima è 23-8, che diventa 48-16 alla sirena di metà partita con le pescaresi scatenate. Successivamente, senza infierire, le Adriatiche approfondiscono il solco che diventa alla fine di ben 44 punti, con avversarie più che doppiate nel punteggio.
Ora una settimana intensa attende questa squadra che, se saprà confermarsi "branco" potrebbe anche regalare belle soddisfazioni nel concentramento di Potenza dal 31 maggio al 2 giugno, Avversarie Bologna, Latina e Caserta.
Forza Tigrotte, le Finali Nazionali non sono un miraggio!




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!
Clicca per INGRANDIRE!
Basket Rosa Pescara ... Tigrotte con mamma ... diventeranno BRANCO!

Adriatica Basket Pescara 78
Cascella 11, Evangelista, Cantatore 30, Gagliardi 2, Sciarra 6, Santoro, Maddes 10, Tornar, Bellante 6, Di Giacomo 8, Di Girolamo 3, Zampetti 2. Coach: Porrini M.


GSD Pall. Popoli 34
Colella 4, Cantarini, Tacconelli 6, Nardella 2, Di Stefano 4, Miccoli 8, Corazzini, Camarra, Lemanska, Formisani 8, Di Pasquo, Cialente 2. Coach: Cavaliere.

Falli: Pescara 8 - Popoli 11.

Tiri liberi: Pescara 4 su 9 - Popoli 2 su 8.

Parziali 23-8, 25-8 (48-16), 18-10 (66-26), 12-8 (78-34).

Arbitro: Palazzeschi di Potenza e Patti di Siracusa.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Artigliato il titolo. Vinta gara 1 a Popoli 31 a 56.

HIGHLIGHTS
Popoli (PE), Giovedì 2 maggio 2013 - Under 15, finale andata.
GSD Pall. Popoli - ASD Adriatica Basket Pescara 31-56.

Le
Tigrotte Rosa Under 15 artigliano il titolo regionale.
Nella gara di andata di finale le pescaresi battono le brave ragazze del Popoli, confermano la loro supremazia ed imbattibilità stagionale, ipotecando il titolo. Non resta che attendere la gara di ritorno che, visti i precedenti di campionato e il sicuro +25 odierno, dovrebbe consacrare, tra le mura amiche, quali campionesse queste ragazze che vedono così più vicino il concentramento interregionale a 4 squadre per l'accesso alle Finali Nazionali.
Partita nervosa con tanti errori da ambo le parti e primo quarto che si chiude su un magrissimo 7-8. Nel secondo tempino sale in cattedra Elettra Cantatore.
Non amiamo tessere elogi individuali , ma questa ragazza col basket nel cuore e che, anche quando non è in condizioni fisiche ideali, vediamo sempre pronta a dare il meglio di sè e, come si dice, fare la differenza, merita qualche parola in più, proprio perché non è stato mai fatto prima. Anche oggi MVP della partita, come spessissimo le capita, Elettra, ci sia consentito, rappresenta un autentico gioiello di lusso di questa squadra che, non a caso, ha fornito diversi elementi ad Azzurrina e al Trofeo delle Regioni. Un gioiello che brilla in mezzo ad altri, bellissimi anch'essi, di una luce tutta sua. Un gioiello raro, ma che altrove non è stato egualmente ed equamente apprezzato. Pazienza, non si può dire altro, aggiungendo solo che lo sport offre sempre delle rivincite che, possiamo scommetterci, non le sfuggiranno. E' lei, in questo secondo parziale, con i suoi 13 punti segnati in tutti i modi possibili (24 in tutta la gara) a conferma del suo elevato tasso tecnico, che lancia le sue compagne verso un break di 7 a 19, che scava il solco decisivo, con le avversarie incapaci a fronteggiare le sfuriate delle tigrotte. Il terzo quarto trascorre su un equilibrato parziale di 13 a 16 sempre per le Adriatiche che così si portano su un sicuro 27-43. L'ultimo tempino viene giocato in tranquillità con un parzale di 4-13 che porta al meritato +25 finale.
Ora occorrerà intensificare l'impegno al fine di potersi presentare al meglio sia nella gara di ritorno sia, non essendo vietato sperare in qualcosa di meglio, nell'eventuale fase successiva. Bisognerà aumentare la concentrazione, dare il massimo, ridurre gli errori ed essere sempre più squadra, sempre più "branco" per pensare di togliersi qualche soddisfazione in più.




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!
Clicca per ingrandire!
"
Branco"!

GSD Pall. Popoli 41
Colella 7, Cantarini 4, Gheuca, Smarrella, Di Stefano 5, Miccoli 5, Corazzini 5, Camarra 2, Lemanska, Formisani 3, Di Pasquo, Cialente. Coach: Cavaliere.

Adriatica Basket Pescara 66
Cascella 8, Evangelista, Cantatore 24, Asobirionwu, Sciarra 12, Santoro 6, Maddes 3, Passeri, Bellante, Di Giacomo 3, Di Girolamo, Zampetti. Coach: Porrini M.


Falli: Popoli 18 - Pescara 17.

Tiri liberi: Popoli 8 su 15 - Pescara 12 su 22.

Parziali 7-8, 7-19 (14-27), 13-16 (27-43), 4-13 (31-56).

Arbitri: Laveneziana L. e Di Santo F. di Chieti.


CLICCA QUI PER IL CALENDARIO!





ELENCO DELLE PARTITE RIPORTATE IN QUESTE NEWS (IN BASSO)

20/2/2013 - 3a RITORNO

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per la Cronaca!

GSD Pall. Popoli

66

41

26/1/2013 - 2a ANDATA

ASD We're Ortona

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per la Cronaca!

9

104

18/1/2013 - 1a ANDATA

ASD Adriatica Bk PescaraClicca qui per la Cronaca!

ASD Panthers Roseto

81

14


INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Dopo la seconda vittoria (66-41) con il Popoli, secondo in classifica, le Tigrotte Rosa Under 15, in testa ed imbattute, artigliano il titolo regionale!.

HIGHLIGHTS
Pescara, Mercoledì 20 febbraio 2013 - Under 15, prima fase, terza di ritorno.
ASD Adriatica Basket Pescara - GSD Pall. Popoli 66-41.

Test probante per le
Tigrotte Rosa Under 15 di Mauro Porrini.
Mancavano all'appello Sofia Leone colpita da un infortunio abbastanza serio alla quale vanno tutti gli auguri della società e delle compagne per una prontissima guarigione, e Betta Sciarra influenzata. Il resto del branco ha risposto comunque presente e nel primo quarto ha subito messo in chiaro che il titolo regionale non lo vogliono minimamente mettere in discussione.
Sugli scudi, con un non indifferente bottino di 31 punti, Elettra Cantatore ben servita da Beatrice Cascella e Caterina Di Giacomo, sempre encomiabile in regia, in evidenza anche Marina Santoro e Ludovica Maddes, tempestive nel pressing e precise nelle ripartenze. Fra le più piccole si sono messe in evidenza Ilenia Bellante, Francesca Di Girolamo e Giulia Zampetti, buona anche la prestazione di Lorenza Caramanico e crescita costante per Isabella Gagliardi e Romano Nicole.
Forza ragazze, il titolo è sempre più vicino!




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!
Clicca per INGRANDIRE!
Timeout.

Adriatica Basket Pescara 66
Cascella 7, Romano N., Cantatore 31, Santoro, Maddes 8, Bellante, Di Giacomo 16, Di Girolamo 4, Zampetti, Caramanico, Gagliardi. Coach: Porrini M.


GSD Pall. Popoli 41
Colella 15, Cantarini, Nardella, Di Stefano 4, Gheuca 2, Miccoli 6, Corazzini, Lemanska, Formisani 10, Di Pasquo 4, Cialente. Coach: Cavaliere.

Falli: Pescara 7 - Popoli 13.

Tiri liberi: Pescara 4 su 9 - Popoli 2 su 4.

Parziali 19-6, 12-7 (31-13), 18-14 (49-27), 17-14 (66-41).

Arbitro: Cascioli di Pescara.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Basket Rosa Under15 a valanga sul We're Ortona 9-104.

HIGHLIGHTS
Pescara, Sabato 26 gennaio 2013 - Under 15, prima fase, seconda di andata.
ASD We're Ortona - ASD Adriatica Basket Pescara 9-104.

Anche la seconda di campionato è filiata liscia come l'olio. Le volenterose ragazze di Ortona e Miglianico, unite sotto la guida di coach Ciminieri, prive per giunta di un paio tra le migliori, colpite da influenza, nulla hanno potuto contro le Under 15 di
Basket Rosa Pescara. Il punteggio finale è la sintesi di un divario tecnico e fisico evidente tra le due squadre.
Tutte a punti le ragazze di coach Porrini con la top-scorer Cantatore, ben 34 i suoi punti, a far comprendere a tutti che questo campionato le sta un filino stretto, così come sta stretto a diverse sue compagne, non a caso tutte effettive della Under 17. In buona evidenza infatti anche Cascella, Potenza e Santoro, tutte in doppia cifra.
Buona e da rimarcare la prova delle più giovani, nate 2000, ossia tredici anni ancora da compiere, come Di Girolamo, Gagliardi e Zampetti, tutte e tre in campo per diversi minuti, protagoniste di buone azioni e con punti all'attivo, tanto per far intendere che, sebbene di ben due anni più piccole delle "veterane" del '98, anche loro hanno artigli e denti affilatissimi, come ci si aspetta da Tigrotte di razza, per giunta ben allevate nel vivaio di
Basket Rosa Pescara, un vivaio nel quale le piccole Tigri crescono sane e forti, e da anni!




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!
Clicca per ingrandire!
Elettra Cantatore


ASD We're Ortona 9
Ceccarossi, Marchegiano, Roscioli 2, D'Angelo, Boromeo, Di Prinzio, Ayala 3 (1 tripla), Della Luna 2, Spagnolo. Coach Ciminieri.

Adriatica Basket Pescara 104
Cascella 12, Cantatore 34, Potenza 18, Sciarra 4, Santoro 14, Leone 4, Gagliardi 4, Di Giacomo 4, Di Girolamo 6, Zampetti 6. Coach Porrini.

Falli: Ortona 6 - Pescara 1.

Tiri liberi: Ortona nessuno - Pescara 0 su 2.

Parziali: 2-26; 7-50 (5-24); 9-82 (2-32); 9-104 (0-22).

Arbitri: Saltarella F.D. di Lanciano.

INIZIO PAGINA
Clicca qui per tornare ai risultati della giornata

Esordio vitttorioso delle Tigrotte di Basket Rosa Pescara: 81-19 alle Pantere di Roseto.

HIGHLIGHTS
Pescara, Venerdì 18 gennaio 2013 - Under 15, prima fase, prima di andata.
ASD Adriatica Basket Pescara - ASD Panthers Roseto 81-14.

Prima di Campionato e primi graffi sportivi tra le
Tigrotte di Basket Rosa Pescara e le Pantere rosetane.
Ne escono fuori molto bene le pescaresi che superano agevolmente sulle volenterose cugine, conquistando così una meritata vittoria all'esordio.
Esordio stagionale anche per coach Porrini che, dopo lo splendido campionato dello scorso anno in B e i successi nelle giovanili, quest'anno si sta dedicando alle promesse del vivaio pescarese.
Quasi tutte a punti le Adriatiche con Elettra Cantatore in grande evidenza con i suoi 34 punti, già protagonista tra le Under 17, praticamente senza rivali oggi tra le pari età, per la felicità, oltre che dei genitori e delle sorelle minori, sue prime tifose e cestiste in erba del Vivavilla Under14, anche di zia Malì e di nonno Vittorio Pomilio, bandiere "nazionali" del basket pescarese, come dire ... tre generazioni votate alla palla a spicchi.




Sostieni Basket Rosa Pescara!

Se vuoi, puoi donare anche solo 1 Euro. Grazie!



Adriatica Basket Pescara 81
Romano, Caramanico 1, Cantatore 34, Di Cecco 8, Sciarra 6, Santoro 2, Potenza 4, Leone 2, Bellante 10, Di Giacomo 8, Cascella 6. Coach: Porrini.

ASD Panthers Roseto 14
Di Domenico, Iaconi 2, Robbe 2, Lulli, Dezi, Di Giandomenico 3, Paternò 7, Parnazzini. Coach: De Bernardi.

Falli: Pescara 16 - Roseto 14.

Tiri liberi: Pescara 5 su 10 - Roseto 6 su 10.

Parziali: 24-2; 47-8 (23-6); 63-11 (16-3); 81-14 (18-3).

Arbitri: Palazzeschi di Francavilla al Mare (CH) e Cirotti di Chieti.

Le foto della partita

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

 Clicca per ingrandire!

 Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire! 

Clicca per ingrandire!

Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2011-12 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2010-11 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2009-10 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2008-09 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2007-08 ... CLICCA QUI!
Per vedere l'ARCHIVIO NEWS 2006-07 ... CLICCA QUI!

Alla Pagina Principale

Inizio PaginaVa all'INZIO DELLA PAGINA

Se vuoi collaborare con noi, scrivici!